CASO MONGILI: LETTERA APERTA A MICHELI

16174645_904159726387832_4351458187730256638_n

Egregio Sindaco Micheli,

la verità è che non ha deciso Lei.

Le è stato imposto, e lei ha obbedito, senza neanche avere il buon gusto di passare per il Consiglio. Il resto sono solo pretesti.

La vicesindaco Mongili non risulta oggetto di indagine né pare abbia commesso inesattezze o atti impropri nell’esercizio del suo ruolo. Eppure le è stato revocato l’incarico di vicesindaco con deleghe alle politiche sociali.
Da dove proviene il dictat se non dallo stesso segretario del Pd Dalerba con il quale si sono create “fratture insanabili”?  E Lei, Sindaco, ha obbedito.

Questo è davvero grave.

Come è grave che Segrate Nostra, che fino ad oggi ha giocato molto sul fatto di essere un soggetto diverso dal PD, non abbia detto nulla su questa vicenda. Non pervenuti.
Tutti sull’attenti, agli ordini di chi, tira davvero i fili…
Agli ordini di chi, pur non essendo eletto, comanda davvero a Segrate.

Ricordi, Sindaco, che i cittadini hanno votato LEI, non Dalerba.

Crede che, se il PD avesse lasciato a Dalerba la possibilità di candidarsi, come in effetti voleva, avrebbe vinto?

I cittadini hanno scelto Micheli!

Essere sindaco comporta grandi responsabilità e bisogna avere polso e pensare, decidere ed agire da Sindaco.

Non ci servono doppioni nè controfigure né sindaci effettivi nascosti.

Segrate non lo merita!

Doveva essere il cambiamento.
C’è stato solo un cambiamento in peggio.
Che amarezza…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...