COMUNICATO STAMPA COMITATO SEGRATESE PER LA VITA INDIPENDENTE

Gent.mo Sig. Vice Sindaco Mario Grioni, ci dispiace comunicarle che i fondi regionali da lei tanto sbandierati ancora non sono arrivati e ancora non si sa se mai arriveranno, ma anche nella migliore delle ipotesi non saranno sufficienti a coprire neppure il 50% delle nostre necessità. Si informi, e legga bene la delibera regionale 740 e i nostri progetti di vita indipendente!
Il nostro caro vicesindaco Mario Grioni, LEGHISTA DOC di lunga data, nei due video linkati più sotto ci spiega come l’assistenza personale indiretta sia solo un lusso paragonabile a 2 milioni di euro in più nelle sue tasche (che lui a quanto pare desidera tanto, vedere i due video).
Noi chiediamo un contributo economico per poterci pagare le “badanti” che ci lavano (anche dopo i bisogni corporali), ci vestono, ci alzano da letto, ci nutrono e Lei… ci risponde che vorrebbe lo Yacth!?
Sabato 29 marzo 2014, in via 1 Maggio a Segrate, il Comitato Segratese per la vita indipendente ha tenuto la 12ª protesta per la vita indipendente delle persone con disabilità.
L’appuntamento con una ventina di persone, amici e sostenitori che ci seguono, sostengono e appoggiano fin dall’inizio delle nostre proteste nell’ormai lontano Ottobre 2012, era previsto alle ore 14.30 di fronte al palazzo comunale. Per un’oretta il comitato si è intrattenuto di fronte al Comune dopo di che si è spostato verso piazza San Francesco dove al gazebo della lega nord ha trovato il Sig. Mario Grioni, vice sindaco di Segrate, che assieme ai suoi simpatizzanti raccoglieva firme per alcuni referendum.
Il Comitato Segratese per la vita indipendente ha quindi chiesto al vicesindaco Mario Grioni se e quando finalmente intendevano potenziare lo stanziamento per la vita indipendente facendolo diventare una cosa seria e non una presa in giro come è ora; il vicesindaco ha replicato che con i € 30.000 stanziati già hanno fatto moltissimo e che quindi per questo motivo il Comitato Segratese per la Vita Indipendente avrebbe dovuto essere molto grato e ringraziare anche se lo stanziamento era del tutto insufficiente a soddisfare anche una minimissima parte dei costi dell’assistenza personale indiretta di cui necessitiamo e di cui non possiamo fare assolutamente a meno visto che i nostri genitori sono ormai anziani.
Il vicesindaco ha aggiunto che purtroppo non ci sono soldi per soddisfare il nostro diritto ad avere pari opportunità e che ci sono questioni molto più gravi ed urgenti che non dare assistenza a noi disabili gravissimi non autosufficienti. Ha poi fatto notare che non siamo deperiti e che anche a lui i soldi non bastano e che vorrebbe un paio di milioni in più all’anno … e anche uno yacth! In sostanza quindi i nostri sensibilissimi amministratori di Segrate, sindaco e vicesindaco, ritengono che il Comitato Segratese starebbe solamente sfruttando le proprie disabilità per ottenere dei finanziamenti che non gli spetterebbero e che sarebbero solo dei lussi, dei capricci, dei privilegi.
Non pensano, Grioni & c., che noi neppure possiamo lavarci autonomamente?
Cosa c’è di più urgente?
Lasciamo che siano i nostri concittadini a deciderlo e intanto, come richiestoci dal vice sindaco, ringraziamo….
Godetevi la visione e l’ascolto di questo simpatico personaggio:


Comitato Segratese per la vita indipendente
Leonardo Tencati
Nicola Casini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...